lunedì 4 novembre 2013

ERANO SOLO DUE TROIE
Io non volevo accennare a questa misera storia. Un po’ perché mi pare gossip, un po’ perché, sostanzialmente, resta un fatto squallido, pecoreccio, da italietta di provincia per come viene trattato, visto che ste cose accadono dappertutto ma è da noi che se ne parla di più e che lo si fa con quelle labbra schifate da un perbenismo tutto di chiesa. Però sento l’urgenza di ristabilire l’ordine delle cose. Infatti, prima che piddì e piddielle diventassero palesemente soci in affari, cioè prima che ci riempissero i palazzi di vacche grasse ed attempate che derogano dal concetto che la legge è uguale per tutti per salvare aristocratiche cinquantenni anoressiche, prima di tutto questo, c’era solo il nano. Che in quei medesimi ambienti aveva sparso un bel po’ di zoccole, un po’ più piacenti, ma così favorendo la cultura dell’esser troia. E in questo humus sono cresciute le adolescenti di oggi, quelle che non hanno mai visto un’alternativa al nano-pensiero. Quelle per cui è normale andare a battere per comprarsi un i-Phone o una borsetta di non so chi cazzo. Però mica tutte lo fanno. No. La maggior parte no. Ed ecco perché i vostri cazzo di discorsi sulle baby prostitute dei Parioli mi hanno rotto i coglioni. Anche perché baby un cazzo! A 14-15 anni hai già una testa funzionante e se è vero che la legge ti protegge è pur vero che non ti può salvaguardare da te stesso. E tutto quello che fai a 15 anni lo fai comunque in coscienza, sapendo di farlo, e non si può attribuire ad altri qualcosa come il proprio essere puttana. Per cui finitela di rompere il cazzo con la lunga lista dei facoltosi che si potevano permettere un pompino adolescente. E smettetela di parlare di queste due ragazze come se fossero vittime. Non lo sono. Come non lo sono le loro madri, una consenziente e l’altra probabilmente anche visto che ci ha messo mesi a capire una situazione del tutto palese. Insomma, il paese è pieno di vittime vere, di persone che stringono la cinghia e vanno avanti mantenendo comunque la dignità di non dare mai via il culo. Non si abbia pietà di chi fa scelte diverse. E chiamiamole col loro nome, ok? Erano solo due troie. E, voi, vi prego di non farci una trasmissione stasera.
DECAPITATED
Live at Metalmania Festival
Katowice, Poland, 13.03.2004