martedì 16 luglio 2013

L’INCUBO DEI CALDEROLI ANTROPOMORFI
Devo scrivere qualcosa su quel testa di cazzo. Devo scrivere qualcosa. Devo scrivere. Devo farlo. Devo. Ma, porca troia, mica è una cosa facile questa qui. Insomma, si fa presto a dire che Alfano e la Bonino sono due coglioni per come hanno gestito la questione kazaka. E si fa presto pure a sostenere che Napolitano è il solito coniglio nano perché ha nei poteri l’opportunità di levarci dal cazzo certa feccia ma ha le palle troppo raggrinzite per farlo. Ma su Calderoli? Come cazzo si fa a scrivere qualcosa di Calderoli? Io ci provo. Ci riprovo. Ma mica ci riesco. Eppure, insolitamente, in questo caso abbiamo pure il vantaggio di partire da un dogma. Dal principio che quello è un porco. Ma poi? Poi seguitiamo dicendo che di merde come lui è piena zeppa tutta l’ignorante provincia del nord e, purtroppo, una buona fetta degli agglomerati urbani di maggior rilievo della regione padana. Il che vuol dire che non siamo di fronte ad un caso di porco isolato ma che siamo in presenza di un vero e proprio porcile al completo. In cui la Lega sguazza. Come se fosse merda. Perché di merda vera, in fin dei conti, si tratta. Ma poi? E poi un beato cazzo. Perché il principio delle cose è pure la loro fine. Calderoli è un porco. Punto. Napolitano un coniglio. Alfano e la Bonino sono rispettivamente un cane ed una somara. Mentre noi siamo il gregge in cui si fa fatica a distinguere una pecora nera. Però, ripassando Orwell, questa rilettura potrebbe farci pure un po’ di impressione perché, se la memoria non mi inganna, e recentemente m’inganna parecchio visto che sto devolvendo i neuroni all’afa, alla fine della storia sono proprio i maiali che prendono il sopravvento nella democratica fattoria di utopia. Quindi tremate. Cagatevi sotto alla grande. Sprizzate pure merda da ogni poro. Perché un Calderoli antropomorfo potrebbe essere il prossimo vostro capo di stato. Oppure no. Non tremate per un cazzo. E restate tranquilli. Scopate sereni e bevete birra Moretti a fiumi con le palle a mollo nella vostra vasca da bagno ad idromassaggio. Perché, in fondo, ci mancano proprio le basi per un simile colpo di mano. Perché la fattoria degli animali era un villaggio democratico. Mentre Italietta nostra, ahinoi, non lo è mai stata. Per cui Calderoli resta un porco. E di sembianze umane non c’è traccia.
SUICIDAL ANGELS
Live at MHM fest 2010
Orlovka, Crimea, Ukraine, 07.08.10