mercoledì 30 gennaio 2013

CHINA GIRL PART III
Devo averne visto uno da qualche parte. Forse in uno di quei negozi per scherzi del cazzo. Forse in un sexy shop di Dakar. Ma mica so bene dove. E poco importa da quale luogo quel coso sia partito per entrarmi nella testa. Resta il fatto che stanotte mi sono sognato che tiravo fuori da un cassetto del comò un preservativo gigante e che lo riempivo per intero. Ma proprio tutto. E mica mettendoci dentro la testa come starete scorrettamente pensando. No. Col pisello. Col cazzo. Ed era una sensazione mica male, perché mi sentivo addosso una specie di delirio di onnipotenza fallica che mi cresceva da dentro, per poi salirmi tutto su fino alle spalle. Una figata vera. Finché non è cambiata la scena. Finché non è entrata nel sogno una bellissima ragazza cinese. Una vera bambolina di carne. Una miniatura dai lunghi capelli lisci e neri. Un metro e mezzo di bontà e dolcezza. Forse pure meno considerando che calzava tacchi altissimi. E allora il preservativo si è messo a stringere di più. Poi il lattice si è incrinato. E la gomma ha ceduto. Inesorabilmente. Strappandosi. E china girl era davvero angosciata per quell’hulkismo penico. Troppo. Ed io non sono diventato verde ma ho cominciato ad ipotizzare qualche difficoltà operativa. Così il mio sogno, alla fine, si è spento. Ma meglio. Che ora non sono neanche sudato. Anche se trattasi di indicatore per cui immagino che non sia andata affatto bene con la china. E presuppongo giusto perché poi apro la finestra e ci scorgo dentro pure i tentacoli di una mattinata del cazzo. Di un’altra giornata di merda. Quindi faccio il caffè e accendo il televideo. MPS. Stronzate varie. Una pioggia di fesserie dette da chi qualcuno ha stabilito essere gente tanto per bene da poter essere una guida per il paese. Faccio finta di non sentire e ci fumo sopra. Ma poi, mentre spengo la televisione, mi sorprendo a retropensare che potrei destinare alla loro sodomizzazione quel gran cazzo del sogno. Quel ben di dio che la cinese ha lasciato sul mercato. Quella stupida stronza.
الذي يريد أن تعطيني اللسان؟