martedì 22 gennaio 2013

STALAGMITI DI MERDA
Arrivo un po’ di corsa e m’infilo in bagno. Che stamattina non so che cazzo mi succede ma sembra che abbia fatto colazione con la Carlsberg Export Extra Cold. E invece no. Forse è solo un po’ di tensione. O qualche cavolo di virus cazzifero. Resta il fatto che mi scappa in continuazione. Per cui entro in sto cavolo di bagno. Dicevo. E una stalagmite di merda mi si palesa innanzi. Ancora fumante. Quasi sorridente. Appestante come quella di un cane da marciapiede. Che ci manca solo la mosca che le ronza attorno. E penso che dio dovrebbe fulminarli tutti questi cavernicoli che frequentano i bagni degli uffici. Anzi no. Penso che dio proprio non ci sia e che quindi dovrei trovarla io una maniera di folgorarli tutti a 150 kV. Alta tensione for all. Che non la concepisco proprio sta cosa di non saper nemmeno tirare la catena del cesso. No. Non ci arrivo. Perché non c’è merda per quanto secca ed imperitura che possa rimanere a stalagmite dopo una doccia di nove litri d’acqua d’acquedotto romano. Trogloditi! Figli di puttana! Merde loro stessi! Penso. E poi la tiro io quella cazzo di catena. E poi faccio la pipì. E poi la ritiro. E mi lavo pure le mani. Io. Quindi esco dal cesso domandandomi con che cazzo di aborigeni mi tocca lavorare ogni giorno. 220 giorni l’anno. Ma vabbè, che poi c’ho pure un po’ di premura. Perché ho una riunione di direzione. Così torno nelle mie stanze, mi premuro di portarmi tutto l’occorrente e mi ascensorizzo per salire i piani del palazzo in cui andrà in scena il mio show. E quando arrivo al piano metto la maschera. La recita sta per cominciare. Il sipario sta per aprirsi. Si apre. E non meno di altre sei stalagmiti di merda mi si palesano innanzi. L’alta direzione. Dovrebbero farla la giornata dello stronzo. Il 22 gennaio. Evidentemente.
Daily Key Performance Indicator:
y  = ∑ [2sin(MERDA) + exp(MERDA)^3] = TANTA MERDA