giovedì 19 aprile 2012

ENTHRONED - OBSIDIUM
Mi rendo conto che a forza di tediarvi incessantemente con il mio Kotel finirò presto o tardi per essere un eremita del web. Come quel coglione che si è ritirato a vivere nudo dentro ad un igloo dell’Antartide. Magari con un pinguino infilato su per il culo. Vivo.
Allora, oggi, cercherò di oppormi a questa andazzo delle cose proponendovi un nuovo ultrasuono. Che, vista la mia condizione attuale, non può che essere di black metal.
Obsidium l’ho scaricato nei giorni scorsi. E, per il momento, non sono ancora del tutto certo che sia una grande opera ma vi assicuro che gli Enthroned sono un nome storico del black mondiale e che quindi dentro troverete tutti i presupposti di ferocia ed aggressività che si convengono. Insomma, Obsidium, probabilmente, non è qualcosa di epico come lo è stato Prophecies Of Pagan Fire, ma dentro a sto lavoro ci sono momenti di una solennità assoluta che fanno del disco un album gradevole con una manciata di brani di grande e prepotente classe. Concludendo, lasciatevi tranquillamente andare tra le spire diaboliche della musica di questi signori belgi. Senza paura. Che vigore ed energia sono assicurati. Che qui il black si fonde sapientemente con il thrash. La logica si impantana nella fantasia. E l’eternità si incastra con la morte. Ma questa, come saprete, è solo la vita. Attaccatevi qui.