martedì 20 marzo 2012

DECAYING PURITY - PHASES OF DIMENSIONAL TORTURE
Ero al lavoro e stavo cazzeggiando a basso ritmo. A volte capita. A volte me lo posso permettere. Così stavo sul blog e, ogni tanto, importunavo Martina che si lascia sempre molestare con piacere. E poi leggevo qua e là. Quando mi giunge sta notizia di merda. Inaspettata. Sapete quando compaiono quelle strisce sui PC? Lentamente. Da destra. Come se ti mettessero una supposta piccola piccola. Che te la piantano in culo e quasi non te ne accorgi. Ecco. Così. Nella ridente Tolosa. Nell’orgogliosa Garonna. Nella tollerante Francia del sud. Roba da non credere. Che Erode possa ancora campare all’alba del terzo millennio. Ma è così. Campa. Perché l’Europa, tutta, è rimasta intossicata dalla merda fascista. Perché gente come Alemanno diventa sindaco di Roma e perché merde come Le Pen hanno spermatozoi altamente riproduttivi. E poi c’è quella stronzata che è la religione. E ci sono i militari. Che fosse per loro il mondo sarebbe tutto come l’Argentina di Videla. E allora non stupisce. Addolora. Tanto. Soprattutto perché ci sono di mezzo i bambini. Ma non meraviglia. E quindi esco. E so che andrò a casa e sentirò i Gojira, i cantori metal dei Pirenei. Ma prima mi fermo in orologeria che devo ritirare una cipolla portata a riparare. E aspetto. E forse potrei comprare il timer per un bomba da piazzare in culo a quelli di Casa Pound. Penso. Finché non vengo distratto da certi orologi da muro coi personaggi famosi. E penso che sia proprio un bell’oggetto quello col Duce sullo sfondo. Perché lui c’ha una certa attitudine a stare appeso. E dovrebbe svolgere bene la funzione. Ma non lo comprerò. Ovvio. Quindi pago il conto e torno à la maison. Ma i Gojira sono troppo poco trucidi. Devo andare oltre. Ho ancora i Cannibal da sentire meglio ma so che qui mi serve roba più forte. Musica che solo quattro turchi scatenati possono pensare. E allora mi attacco ai Decaying Purity. Puro brutale direttamente dal Bosforo. Tortura. Sadismo. Cattiveria brada. Ecco quello che ci vuole per sta gente del cazzo. La sofferenza. E una morte lenta ed atroce da desiderare. Sentite qui.