lunedì 24 ottobre 2011

IN MORTE DELL’INDIGNAZIONE
Sarete contenti. Visto che ieri abbiamo avuto una bella rappresentazione di indignata ma pacifica protesta. Peccato che sia stata solo di pochi. Pochissimi. Di quattro gatti. Mi sto, ovviamente, riferendo alla manifestazione dei No-Tav in Val di Susa. Una di quelle situazioni che vi piacciono tanto. Nessuno scontro. Nessuna fiamma. Nessuna madonna falcidiata da anarco-insurrezionalisti. Solo il taglio di un recinto per polli sotto gli occhi compiaciuti di amabili montagnoli che, tra un grappino e l’altro, credevano di fare una rivolta. Risultato: in pochissimi ne hanno parlato sia ieri che oggi, il governo se ne fotte, e il cantiere ripartirà domani.
Ora, non mi soffermerei molto sul primo aspetto. In fondo la TV è solo una scatola di plastica. E poi, un po’ di palcoscenico l’ha purtroppo rubato la morte del povero Sic. E, forse, la proclamazione di tre nuovi santi che non ce n’era bisogno. O l’ennesima convention di chiacchiere della ventesima corrente del PD. È, invece, determinante esaminare il comportamento del governo. Perché avrete visto tutti, e lo si impari una volta per sempre, che, se un mucchio non selvaggio di brava gente scende in piazza o per le strade o per un bosco, a far valere le proprie ragioni pacificamente, è come se non lo facesse. Perché se ne fottono quelli della ragione. Li hanno lasciati fare. Sfogare. Ed ora, felici che non ci sia stato casino, stanno già rimettendo in moto ruspe, talpe e denari per realizzare un’opera che la gente non vuole.
Ma rifletterei pure su dove siano finiti tutti gli indignati di una settimana fa. Si indignano solo a comando? C’hanno il pulsantino sulla schiena come Big Jim e nessuno glielo ha schiacciato? Magari, forse, pensano che l’alta velocità in Val di Susa sia solo una questione per valsusini. E invece vi dirò di no. Che non stanno così le cose. Che il grande foro sarà fatto coi soldi di tutti. O meglio, coi nostri. Ma in non valenza di ciò, almeno un minimo di solidarietà sarebbe stato auspicabile. E invece niente. Si vede proprio che il comando non è arrivato. E siccome non c’era nemmeno il commando, oggi è già tutto sepolto.