lunedì 13 giugno 2011

“ed ora che l’acqua non sarà privatizzata?”
“intraprenderemo la causa per la birra pubblica…”
DIMMU BORGIR - IN SORTE DIABOLI
Alcuni concetti hanno bisogno di essere chiari per evitare di essere fraintesi, anche qui nel web, e soprattutto perché qualcuno mi fa sovente notare che su questo blog compare spesso musica molto poco da chierichetti.
Quindi una mia precisazione è assolutamente d’obbligo.
Io non sono contro la fede. Sono contrario alla religione. Ma, pur essendo un senza dio, rispetto ogni forma di spiritualità e non mi permetterei mai né di negarla né di denigrarla. Credo che la fede sia una fortuna, che io, palesemente, non posseggo. Punto.
Diverso è il discorso sulle religioni. Di cui non mi frega un cazzo e per cui mi sento libero di risultare addirittura blasfemo agli occhi dei più. Perché a nulla vale il solito discorso per cui ognuno è libero di fare ciò che vuole della sua anima. La realtà è che, per accontentare la vostra cazzo di anima, avete messo su delle istituzioni e dei poteri che determinano solo danni all’umanità e, di conseguenza, pure a me, un umano (pure io!) che, pertanto, si sente liberissimo di contestarle, anche a tinte forti, fortissime. Cazzo.
E poi, che credete? Che quando i Dimmu Borgir, per esempio, solo perché producono un disco del genere siano così coglioni da poter essere considerati satanisti?
La realtà delle cose è che se non abbiamo tempo per un dio, figuriamoci per un demonio. Il black metal, come il death e come il grindcore sono solo forme di protesta. E, anche quando un grande gruppo come questi norvegesi, si lancia in un inno a Lucifero, è solo per rifiuto. Della vostra chiesa che ci tiene ancorati ad un tempo medioevale. Del vostro dio che perdona e nasconde ogni vostra magagna. Del vostro ben pensare che, alla luce dei fatti, crea solo settarismi e razzismi.
Io credo che i tempi siano maturi per estirpare certe piaghe. Mi rendo conto che qua da noi è po’ più complicato che altrove. Ma mettere questo disco può costituire un piccolo tassello del mosaico.
Completate il puzzle qui.