giovedì 19 maggio 2011

MACABRE - GRIM SCARY TALES
Non so se ve ne siete accorti ma per qualche giorno Blogger ha perso colpi e non funzionava un cazzo di niente. Allora non mi è restato che trastullarmi un po’ tra i miei siti musicali preferiti, su cui spesso mi compiaccio di scovare news che mi sono sfuggite per ignoranza o distrazione.
Così ho snidato qualche chicca che stava nascosta in giro per il mondo senza mostrare le sue tette al vento, un qualcosina che penso varrà la pena propinarvi nei prossimi giorni ma solo dopo averla ben ascoltata.
Però una perla ve la posso già anticipare adesso.
Ed è questo disco dei Macabre che ho già avuto modo di poter gradire in una mia quotidiana e sudata passeggiata di due isolati e mezzo per la pausa pranzo.
I Macabre, in realtà, esistono da illo tempore (fine anni ottanta?), e, in qualche rara circostanza, li avevo già sentiti senza che mi facessero tremare le gambe. Poi li credevo sciolti.
E invece no. Pare che recentemente abbiano fatto uscire questo po’ po’ di lavoro, del bel grind genuino e senza fronzoli, nulla a che vedere con i boccoli patinati di inizio carriera, un disco autentico che sorprende ancora di più perché inatteso, un’altra pietra sulla gloriosa muraglia del metal.
Quindi, se proprio volete arrivare fino in cima, curiosate qui.