venerdì 9 ottobre 2009

NEGAZIONE - LO SPIRITO CONTINUA
Correvano gli anni 80 e fratelli d’Italia, l’Italia s’era desta! Considerate che, a quei tempi, tonnellate di sterco puro cominciarono ad invadere il nostro azzurro pianeta. Come un grande blob di merda, feci brucianti, di cui ancora adesso portiamo le scottature sulla nostra pelle. Duran, Spandau, Sabrine Salerno (che oltre alle gambe c’ha di più…) e tutto l’ambaradam della ditta Cecchetto. Ma stringendoci a corte e pronti alla morte l’Italia partorì quello che viene definito con orgoglio l’Italian Hardcore del quale io credo veramente si debba andare fieri perché, in questo genere musicale, sono stati toccati nel nostro paese i vertici mondiali per rabbia, talento e contenuti espressi.
A Torino c’erano i Negazione di cui ai posteri si tramanda soprattutto Tutti Pazzi (EP d’esordio). Io, forse, preferisco 100% (più maturo). Ma di certo con Lo Spirito Continua proposto qui la band ha sdoganato il made in Italy oltre frontiera.
Poi vennero gli anni 90. Zazzo non si sa più che cazzo abbia fatto. Marco Mathieu è diventato un credibilissimo critico musicale, mente Jeff Pellino, alias Neffa, s’è piazzato a far merdate su MTV. Ma così è la vita. Teniamoci stretta questa perla e vaffanculo al resto.
Intanto io mi fischietto “Lei ha bisogno di qualcuno che la guardi”. Ed è vero.
Approfittane qui.



Negazione